venerdì 3 settembre 2010

Fagioli e pesciolini rossi

Dovete sapere che prima di rimanere incinta ero completamente ignorante in materie come GRAVIDANZA, MATERNITA', PARTO, BAMBINI, VITA INTRAUTERINA e quant'altro.
Ignoravo infatti il significato di termini come:

- episiotomia

- pre-eclampsia

- placenta previa

- esercizi per il pavimento pelvico (a cui ho dediato persino un post)

- meconio

- fibrosi cistica

- colostro

- Induzione

- Contrazioni di Braxton Hicks

- Palpazione (e non quella che intendete voi)

- nullipara

- Lanugine

- Vernice caseosa (la parola "caseosa" deriva dalla parola "formaggio" e qui mi fermo. traete voi le vostre conclusioni)

...da quando ho saputo di "essere abitata" ho dovuto per forza di cose cominciare a documentarmi.
Ecco, diciamo che io l'ho presa seriamente questa specie di campagna informativa.
Ho comprato montagne (e non stò scherzando, mettendoli in pila, probabilmente mi supererebbero in altezza - e io non sono esattamente una nana -) e montagne di libri (dei quali ho deciso di farne una recensione, work in progress) sull'argomento, da "il bello del pancione" a "parto senza dolore" (scritto sicuramente da un essere masculo) etc etc....
Per non parlare delle riviste... "nove mesi", "io e il mio bambino", "bimbi sani&belli", "donna e mamma", "primi anni" etc etc etc....
Insomma probabilmente ad oggi ho le stesse conoscenze di un'ostetrica priva di esperienza sul campo.
Ma questa sera mi sono ritrovata con un dubbio da pivella.
Come diavolo respirano i bambini nella pancia? Questo era uno di quei quesiti che non mi sono mai posta, dandone per scontata la sopravvivenza dentro al loro sacchettino.
Quando sbucano fuori e s'affacciano nel mondo, tutti i bambini DEVONO piangere. Se non lo fanno naturalmente vengono solleccitati a suon di ceffoni sul culetto dai medici cattivi che li hanno tirati fuori da quel bel posto in cui si stava tanto bene.
Serve per far si che si "aprano i polmoni" dicono. Ecco perchè la maggior parte dei bambini ha quel colorito decisamente poco sano (ma normale) che tende al cianotico, le quali sfumature vanno dal viola indaco al blu grigiastro, è perchè cominciano a respirare da soli e come da copione le prime cose non sempre "vengono bene". Ci vuole allenamento per stare al mondo! (e anche un fisico bestiale sai...)
Ma...e prima?
CHE I BAMBINI ABBIANO LE BRANCHIE?
Appurato di NO, ho posto il ragionevole dubbio (non se sono branchie muniti) ad un'anatomo patologa amica di mia madre che era a cena a casa mia questa sera. (Si, lo so, probabilmente l'avessi chiesto a chiunque altro anche sprovvisto di eventuale laurea sarebbe stato in grado di rispondermi lo stesso, ma vabbeh a me piace fare le cose in grande eheh)
Beh dovete sapere che la risposta è semplice: I FAGIOLI NELLE PANCE NON RESPIRANO.
Avviene che, l'ossigeno della mamma (a cui attinge respirando, ma questo lo sapete...vero??) arriva al fagiolo tramite il sangue. O meglio (perchè si sa che io faccio fatica a spiegarmi, specie quando i contenuti ci sono!) : Io respiro, la placenta raccoglie l'ossigeno e lo passa tramite il cordone ombelicale al sangue del fagiolo. E il fagiolo vive, "respira", si nutre. Che cosa pazzesca la vita eh?!
Magari tutti voi lo sapevate già, ma vi prego non ditemelo, datemi un po' di soddisfazione...! :)
Beh, magari qualcuno di voi pensava davvero che avessero le branchie (e magari che cadessero al momento del parto), alla fine "l'ecosistema", semplificato ai massimi termini, è lo stesso di quello di un pesciolino rosso.
Beh, si ok, non esattamente, ma insomma avete capito dai!

2 commenti: